Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

PRIMA SQUADRA: IL DERBY E’ BIANCOVERDE

Al Pontormo, in una calda domenica di fine ottobre, si tornano ad affrontare, a distanza di un mese Atletica Castello e Rinascita Doccia: un derby sentitissimo con molti ex e soprattutto una cornice di pubblico fantastica. Nel precedente scontro, valevole per la prima giornata della Coppa Toscana di Ia Categoria, uscirono vincitori i biancoverdi con un 2-0 senza appelli per i rossoblu. Campionato di Prima Categoria che prima dell’inizio di questa settima giornata vede i padroni di casa settimi a 9 punti, risultato di due vittorie e tre pareggi, lontani 7 punti dalla capolista Gallianese; ospiti che invece navigano nelle zone basse della classifica, terzultimi, davanti a Mezzana e Jolly Montemurlo. La partita di oggi sa come di “spartiacque” per le due compagini: una vittoria dei locali permetterebbe di mantenere la scia delle prime, un’eventuale vittoria ospite farebbe rialzare una squadra in grossa necessità di punti per uscire dalla zona retrocessione. In panchina per il Castello siede ancora Megli, a causa dell’espulsione del mister Batistoni nella gara contro il Casalguidi, formazione quasi obbligata viste le numerose assenze (Bianchi, Erodiani, Bongini) con: Fanetti, Nocenzi, Cloetta, Focardi, D’Amico, Picchioni, Bruni, Manzani, Calvani, De Tellis, Silvestri. Rinascita Doccia di mister Campolo con: Lippi, Spitale, Pelagatti, Mazzanti, Cavallaro, Bellucci, Daidone, Pazzaglia, Delli, Rinfroschi, Confietto. Arbitra il signor Grementieri di Lucca. Parte fortissimo il Castello che sblocca l’incontro al quarto d’ora: gran lancio di Cloetta che pesca Silvestri, il numero 11 biancoverde è imprendibile e solo contro Lippi lo spiazza per l’1-0 che fa esplodere il Pontormo. Brutta tegola al 20° per il Castello che, a seguito di uno scontro di gioco, perde il capitano Bruni, probabile lussazione della spalla per lui. Ma i padroni di casa non si fanno buttare giù dall’episodio, ma anzi, al 23° segnano ancora: da palla inattiva batti e ribatti in aria, palla che si impenna e Manzani è il più lesto di tutti a staccare di testa e battere Lippi per il raddoppio. Nella situazione dormita generale di tutto il reparto arretrato ospite che non presta attenzione alle marcature e lascia svettare indisturbato il numero 7 locale. Reazione del Doccia affidata al tiro di Daidone da fuori area, Fanetti controlla l’uscita della sfera. Alla mezz’ora si inizia anche a vedere bomber De Tellis, fino a quel momento in ombra, la sua conclusione su assist di Manzani da buona posizione finisce alta sopra la traversa. Grementieri manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo sul risultato di 2-0 per il Castello, ampiamente in controllo dell’incontro. Mister Campolo adotta tre cambi all’inizio della ripresa per cercare di riprendere in mano un partita che vede i suoi sotto di due gol e senza idee, soprattutto sulla linea mediana del campo dove domina Picchioni, oggi in giornata di grazia. Nella seconda frazione la partita risulta più contratta e molto nervosa a seguito dei molti falli, soprattutto degli ospiti in vistoso affanno. A 10′ dalla fine arriva anche il tris: lancio millimetrico di Picchioni dal cerchio di centrocampo che pesca Silvestri che, entrato in area, apre il piattone e chiude virtualmente l’incontro. Nei minuti finali, Rinascita Doccia addirittura in 9 uomini a seguito dell’espulsione di Cavallaro per proteste e l’uscita per infortunio di Vidili (Campolo non aveva più cambi a disposizione). Dopo 3′ di recupero Grementieri fischia tre volte facendo impazzire il pubblico biancoverde. Castello che torna alla vittoria dopo 2 pareggi consecutivi e una sconfitta. Doccia sempre più incappato nella zona retrocessione del campionato di Prima Categoria. Per il Castello migliori in campo Silvestri, inarrestabile, Picchioni, geometra e Cloetta, un muro davanti alla porta di Fanetti.

(111)

Leave a Reply