Atletica Castello settore calcio - sito ufficiale

Pareggio beffa al 4′ di recupero per i giovanissimi B

Pareggio che ha il sapore della beffa per il Castello che si è visto sfuggire di mano all’ultimo minuto una vittoria in rimonta che sarebbe stata più che meritata per quanto fatto vedere in campo dai padroni di casa contro il Barberino di Mugello.

Il Castello, schierato nell’occasione dai Mister Orsi e De Tellis con un offensivo 4-3-3, ha mostrato fin dall’inizio maggiore determinazione rispetto agli ospiti, riversandosi nella metà campo avversaria e creando numerose occasioni da gol senza tuttavia concretizzare. E proprio quando il gol dei biancoverdi sembrava nell’aria, è arrivato a sorpresa il gol dei mugellani, grazie alla girata mancina dal limite del capitano. La doccia gelata non ha spento l’ardore del Castello che ha ripreso a spingere come se niente fosse senza tuttavia trovare la via del gol.

La ripresa si è aperta con lo stesso canovaccio: Castello più abile nel possesso palla e pericoloso grazie alle incursioni sulle fasce di Bussotti e Cruciani e Barberino chiuso dietro e pronto a ripartire in contropiede. Ma occorre attendere il 20º della ripresa prima che i padroni di casa agguantino il meritato pari. Autore del gol è Tommaso Toselli, al rientro in campo dopo l’infortunio accusato nella prima di campionato, quando l’attaccante aveva messo assegno una doppietta. Micidiale la girata di sinistro in torsione della punta biancoverde che raccoglie un preciso cross di Maffei e insacca alla destra del portiere. Il gol mette le ali al Castello che con Cruciani raggiunge il meritato vantaggio. Abile nell’occasione il velocissimo esterno ad anticipare il portiere rossoblu in uscita e a passarlo con la punta del piede. Trovatisi in svantaggio gli ospiti abbozzano una reazione e si rendono pericolosi in due occasioni, fermati in entrambi casi dall’ultimo difensore del Castello, Bardazzi, autore di due belle parate. Poi, quando il Castello sembra aver preso le misure agli avversari e difendere con ordine il vantaggio arriva la beffa. L’arbitro assegna un calcio di punizione dal limite allo scadere del quarto ed ultimo minuto di recupero. Sulla palla va il capitano mugellano che con un sinistro chirurgico insacca sotto la traversa.

E così, sul 2-2, tutti a fare la doccia dopo una partita che lascia comunque nei biancoverdi la consapevolezza di poter crescere ancora e di togliersi meritate soddisfazioni.

Tabellino

(66)

Leave a Reply